Blog: http://pasqualedigennaro.ilcannocchiale.it

il coon chiama ...

coon games
DE-LETHE GAME 2007
ovvero


 

1
I delete “Bastiano dal labbro leporino” , scugnizzo criminale che circa 40 anni fa imperversava con la sua banda nelle strade del mio quartiere.
Violenza e terrore, rubava le nostre figurine, le biglie di vetro colorato, picchiava duro e tutti lo temevamo. Un vero razziatore che poi , ho saputo, ha fatto una brutta fine. Amen.
2
I delete il giorno in cui mio padre , circa 30 anni fa mi cacciò di casa perché mi ero messo con una ragazza definita nel quartiere più operaio del sud , di “facili costumi” … veramente mio padre usava altra espressione.
Da quel momento iniziai a rivedere alcune mie convinzioni sulla condizione della classe operaia.
3
I delete il giorno dell’esame di terza media.
Mi fu chiesto dal professor Volpicelli buonanima dove si trovavano le cascate del Niagara … ed io sparato con voce squillante, sicuro di me, ma tanto sicuro quasi gridai “ IN AFRICA” !!
E il vecchio prof: pronunciò la sordida frase : “ Di Gennaro … ora mi sa che la cascata la farai tu”.
4
I delete Claudio Velardi.
5
I delete in blocco :
Mughini/Panella/Alberoni/la moglie di Alberoni/Buttiglione/Dolce & Gabbana.
6
I delete il giorno in cui fu ammazzato dalla polizia a Firenze l’anarchico Franco Serantini.
7
I delete tutta quella marmaglia pseudo-partenopea che , con fare da guappo cartonesco giunge in Modena convinta di “appropriarsi” della città, i tatuati, quelli col medaglione raffigurante il Cristo, quelli che nelle vie del centro ostentano telefonini ultimo modello e orologi luccicanti, quelli che attraversano le strade con auto di grossa cilindrata con lo stereo a volume raccapricciante che sputa la voce di Gigi D’Alessio …
8
I delete scenari domestici difficilmente narrabili , che hanno lasciato ferite ancora sanguinanti …. Ma tutto sommato sopportabili.
9
I delete una Napoli che mi ha soffocato, che impietosa rubò parte della mia infanzia e adolescenza.
10
I delete il vento di scirocco di Bagnoli … pieno di plovere di ferro , la bocca secca, impastata, gli occhi socchiusi , i capelli ruvidi , l’esaltazione di tutto questo.
11
I delete i mediocri dell’aziendona dove lavoro,
i dirigenti che non dirigono nulla, le mezze-calzette, topi d’ufficio in attesa, rantolanti , dello scatto di carriera, quelli che incassano  trasferte, buoni pasto, hotel e ristoranti di lusso a gratis , incentivi , premi di produttività , scazzette, e mezzi-uomini ( e mezze donne).
12
I delete tutti gli addii … perché non li sopporto.

 

 

 

Pubblicato il 19/3/2007 alle 18.28 nella rubrica raccon-game.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web